1° GIORNO: Partenza – Lisbona

Una volta atterrati a Lisbona, potremmo disporre di tempo libero per una prima scoperta individuale della capitale portoghese costruita su sette dolci colline e città natale del suo patrono, Sant’Antonio. I quartieri della Baixa e del Chiado offrono innumerevoli occasioni di shopping e fra una vetrina e l’altra potremmo gustare una bevanda tipica al famoso Cafè de la Brasileira o alla Cervejaria Trindade. E per abbracciare l’intera città con lo sguardo potremmo salire individualmente sull’Elevador de Santa Justa, torre progettata da un allievo di Gustave Eiffel. Incontriamo l’accompagnatore prima della cena.

2° GIORNO: Lisbona (Cascais-Estoril – Sintra – Cado da Roca)

Iniziamo la visita guidata di Lisbona con la Cattedrale e il pittoresco quartiere dell’Alfama, Praça Rossio e la Piazza Do Comércio, l’animato quartiere di Belém, con il monumento Dos Descobrimentos, l’esterno della Torre di Belém e il Mosteiro Dos Jeronimos (chiuso il lunedi). Il pranzo e il pomeriggio sono liberi, e possiamo approfittare di un’escursione facoltativa con la guida a Sintra, residenza estiva dei sovrani portoghesi immersa tra rocce e stupendi giardini, alle rinomate località balneari di Cascais ed Estoril e a Cabo da Roca, punto estremo del Continente. Rientriamo a Lisbona per la cena libera, con l’alternativa facoltativa di una breve panoramica in pullman della città illuminata seguita da cena e spettacolo di fado, la famosa musica che esprime la nostalgia e la malinconia di questa terra di navigatori.

3° GIORNO: Lisbona -Obidos – Alcobaça – Nazaré – Porto

Partiamo per l’incantevole borgo di Obidos, circondato da un imponente giro di mura, per ammirare il Castello manuelino, oggi Pousada, e le caratteristiche case bianche ricoperte di bouganville e gerani. Disponiamo di tempo libero in questo paesino dove trovare oggetti tipici di artigianato locale e respirare tutta l’atmosfera del Portogallo, dove il tempo sembra non essere passato. Dopo una breve sosta ad Alcobaça proseguiamo per Nazaré, pittoresco villaggio di pescatori affacciato sull’Atlantico, famoso per i tradizionali costumi indossati dagli abitanti e per le barche dipinti di vivaci colori. Dopo il pranzo libero riprendiamo la strada per Porto, che raggiungiamo in tempo per la cena.

4° GIORNO: Porto (Braga e Santuario Bom Jesus)

Al mattino l’accompagnatore ci guida in una visita della città dalle tipiche case rivestite di maioliche, centro economico del Paese. Ultimati da poco i lavori di ristrutturazione per costruire la metropolitana, la città gradevolmente abbellita e “rinnovata” si presenta con edifici, chiese e monumenti con una struttura solida, la maggior parte di granito. Ammiriamo il Ponte Don Luis I, l’esterno della Cattedrale e della Torre dos Clerigos, Praça de Batalha, la Avenida dos Aliados e visitiamo il Palacio da Bolsa con la splendida sala neo-araba interna. Dopo il pranzo tipico, il pomeriggio è libero con la possibilità di un’escursione facoltativa a Braga, fondata dai romani nel 27 a.C. e considerata la capitale religiosa del Paese, dove visitiamo la più antica Cattedrale del Portogallo, e il santuario di Bom Jesus do Monte con la monumentale scalinata barocca, curioso alternarsi di sacro e profano. Rientriamo a Porto per una cena libera o una facoltativa a base di pesce in un tipico locale portoghese preceduta da una minicrociera sul Douro (situazione meteo permettendo).

5° GIORNO: Guimarães – Aveiro – Coimbra

Raggiungiamo in mattina Guimarães, antica cittadina ricca di segni del passato medievale il cui centro città è tutto raccolto intorno al Paço dos Duques, il palazzo dei duchi di Bragança, e alla Chiesa di Nossa Senhora de Oliveira. Dopo il pranzo libero sostiamo ad Aveiro, dove visitiamo individualmente il pittoresco centro storico ricco di palazzetti in stile liberty e attraversato da due canali, lungo i quali scorrono le tipiche barche affusolate dalla prua a collo di cigno con vivaci decorazioni naif. Arriviamo a Coimbra, la famosa città universitaria, e ci dedichiamo alla visita guidata panoramica passeggiando tra le suggestive stradine, ammirando monumenti ricoperti da vivaci piastrelle cromatiche e visitando l’antica Cattedrale Romanica Sé Velha. Ceniamo in hotel.

6° GIORNO: Coimbra – Fatima – Batalha – Tomar

In mattinata proseguiamo la visita guidata di Coimbra con la Biblioteca e l’Università. Raggiungiamo in seguito Batalha per visitare il monastero gotico dedicato alla vittoria dei portoghesi sugli spagnoli. Impareggiabili le Capelas Imperfeitas, con un effetto di non-finito… una porta verso l’infinito. L’intero complesso è stato dichiarato dall’UNESCO nel 1983 Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Proseguiamo per il villaggio di Fatima, suggestiva meta di pellegrinaggio da tutto il mondo, dove avremo tempo per il pranzo libero. Arriviamo a Tomar per la cena.

7° GIORNO: Tomar – Evora

Visitiamo Tomar, la città dei Templari che ospita il Convento di Cristo fondato nel 1190 con la celebre Janela do Capitulo e la Ronda dei Templari, la Charola, modellata secondo la struttura del Santo Sepolcro e da dove i Cavalieri del Tempio assistevano alle funzioni restando in sella. Dopo il pranzo libero lungo il percorso, raggiungiamo Evora. Visitiamo il capoluogo dell’Alentejo, Patrimonio dell’UNESCO di origine romana e centro culturale sin dal Quattrocento. Passeggiando per il centro storico perfettamente conservato ammiriamo la Cattedrale medievale in granito, il tempio romano di Diana e il Convento di San Francisco con l’inquietante Capela dos Osos, rivestita di ossa e teschi umani. La cena ci attende dopo la visita.
8° GIORNO: Evora – Beja – Algarve – Faro
Partiamo per Beja, “sentinella della pianura” per via della maestosa Torre de Menagem, dove vediamo il Castello, la Porta di Evora e la Chiesa di Santo Amar. Proseguiamo verso l’Argarve per fermarci a Lagos per il pranzo libero. Nel pomeriggio visitiamo l’Al-gharb, ovvero l’Occidente, antica zona desertica trasformata dagli arabi in giardino di mandorli, aranci, oleandri e fichi durante i 500 anni di dominazione. Raggiungiamo Punta de Sagres, promontorio con scogliere mozzafiato e caverne naturali, e passeggiamo nella Fortezza con la Rosa dei Venti godendo dell’immenso orizzonte sull’Oceano. Facciamo una breve sosta ad Albufeira dalle case bianche e dai tipici camini traforati, “chaminés algarvias”, ispirati ai minareti. L’ultima meta della giornata è Faro, capoluogo dell’Algarve, dove ci attende la cena.
9° GIORNO: Faro – Lisbona
 Dedichiamo la mattina ad un breve giro panoramico di Faro, e ripartiamo per rientrare a Lisbona, dove avremo tempo per il pranzo libero, e per una panoramica del quartiere Expo, la zona più moderna della capitale. Ceniamo in serata.
10° GIORNO: Lisbona – Rientro
 In base all’orario del volo potremmo disporre di tempo libero per visite individuali. Tra le mete consigliate ci sono l’Oceanario di Lisbona all’interno del Parque Das Naçoes, la Torre Vasco de Gama, il Museo Nazionale degli Azulejos e il Museo d’Arte Calouste Gulbenkian, magnate armeno che ha lasciato le sue proprietà alla città: la fondazione raccoglie preziose collezioni di arte egiziana, greco-romana, orientale ed europea. Ci trasferiamo all’aeroporto per il rientro.